fbpx

Don Gaetano

Casa accoglienza Borgo Amigò, Roma.

Don Gaetano

Un pomeriggio insieme a Don Gaetano.

Ciò che più ci colpisce all'ingresso di Borgo Amigò è l'assenza di reti o sbarre.
A delimitare il confine tra il borgo e il quartiere che lo ospita, solo un cancello aperto al centro del grande prato che circonda il campo di calcio.
È il primo segnale del processo di responsabilizzazione, principio fondante del percorso rieducativo: "insegnare al giovane il buon uso della sua libertà che possiede come diritto inalienabile".

Don Gaetano
Don Gaetano
Don Gaetano
Don Gaetano
 
Don Gaetano
Don Gaetano
Don Gaetano
Don Gaetano
 

 

Nucleo centrale del borgo è casa "Padre Agostino" residenza dei ragazzi ospitati e di Padre Gaetano, che divide con loro pasti studio e tempo libero. Una convivenza che non perde di vista la valorizzazione del singolo e l'attenzione ai problemi individuali diversi da ragazzo a ragazzo.

A Borgo Amigò chi ha subito traumi o disagi sociali tali da portarlo all'esperienza del carcere può cercare di superarli grazie all'aiuto di psicologi, psichiatri, o assistenti sociali. Può continuare gli studi interrotti e intraprendere corsi di formazione, fino ad arrivare ad un inserimento lavorativo graduale attraverso programmi di Borse Lavoro.

La missione della casa è quella di "luogo transito" dove riprendere il cammino per continuare a costruire. E questo cammino è fatto anche di piccole vittorie come un otto in matematica mai sperato prima, o di un breve periodo di vacanza estiva lontani dalla comunità. Novità assoluta per alcuni di loro, come ci racconta Padre Gaetano.
Sorridendo, ci dice di una vacanza in Puglia, dove davanti a un mare bellissimo in una natura incontaminata, uno dei ragazzi disse "Padre ma dove ci hai portato, qui non c'è nemmeno una discoteca!". Lo stesso ragazzo che a distanza di tempo ancora parla di come siano stati belli quei giorni, quando anche solo respirare davanti al mare aveva un sapore nuovo.

Nel loro piccolo fanno grandi cose. Anche tu puoi.

DONA ORA

image

Don Giuseppe Facchineri

Parroco "Beata Vergine Addolorata in Morsenchio", Milano. Sanno che tutti i giorni io ci sono “Da quando sono prete ho Continua
image

Don Davide Tononi

Parroco in solido* di Norcia. Insegnate ai vostri figli a guardare le stelle “Il terremoto ci ha fatto riscoprire l’essenziale. Continua
image

Don Pierluigi Di Piazza

Parroco di Zugliano, Udine. Per una Chiesa semplice Zugliano si trova alle porte di Udine, tra i campi.È lì che Continua
image

Don Enrico Torta

Parrocco di Dese, Venezia Sempre Accanto “Non ti faccio entrare in canonica perché ti ci vorrebbe la patente... troppa confusione”. Continua
image

Don Donato Lauria

Parroco di Maria SS. Immacolata, Potenza. In questo mare di cemento c’è un cuore Don Donato Lauria è il parroco Continua
image

Don Sergio Chiesa

Prete della diocesi di Novara e nutrizionista Ma se diventassi prete? È di Castellazzo Novarese, in Piemonte, il protagonista di Continua
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6